mercoledì 12 novembre 2008

ombre e luci


Poesia dedicata a mia Figlia Lisa, qualche anno addietro, fu coinvolta in un tragico incidente stradale del sabato sera, fortunatamente scampata, dopo 36 giorni tra la vita e la morte e moltissimi interventi chirurgici.
2 anni dopo in occasione del suo ultimissimo intervento chirurgico per rimuovere il chiodo endomidollare al femore. Mancavano pochi giorni dal suo compleanno, stranamente Lisa aveva molta paura di affrontare l'intervento,dopo tutto quello che aveva passato, questo era solo un piccolo interventino,nonostante questa premessa, Lisa era ugualmente nervosa ,io e mia Moglie distrutti dal calvario percorso con Lisa per ben 2 anni, abbiamo unito tutte le Nostre forze per convincerla a non scappare dall'ospedale.....e con il Cuore spezzato dall'ansia, abbiamo vissuto le ultime 2 ore di angoscia, davanti alla sala operatoria. Poi tutto andò a buon fine! (il Chirurgo si chiamava dott. Capretto) uno dei tanti, che aveva contribuito a salvargli la vita! Ringrazio pubblicamente tutto lo staff Medico e infermieristico dell' Ospedale C.T.O. di Torino, per la grande Professionalità e valore Umano!
Ombre e luci
L'ombra della notte oscura la terra
le nuvole della vita oscurano i cuori
poi l'alito del vento fa scorgere il sole
che scova intrecci di dita nervose
ed occhi sfuggenti, abbagliati da
un'alba in camice bianco, recante
un luccicante trofeo, portato alla luce
da un umano Capretto
Tu con lo sguardo ancora assonnato
sogghigni sulla paura passata
e una fuga non celebrata
claudicante Ti avvii a festeggiare
il Tuo compleanno, alle Tue spalle....
stampelle in soffitta e ombre lontane

adamus

12 commenti:

anna ha detto...

Caro Adamus, che tragedia deve essere avere una figlia in ospedale!
Con quello che era successo a tua nipote poi!
E' terribile quello che succede là fuori, sulle strade, tutti i giorni!
Fortuna che, ogni tanto, si incontrano bavi medici..
Ti auguro ogni bene a te ed a tutta la tua famiglia!
Un bacio a tua figlia....
(sono un pò invidiosa... è quella figlia che io non ho mai avuto...)
Anna

PuntoCroce ha detto...

SOno veramente felice che tutto si andata per il meglio, una ragazza così giovane... io non la conosco, ma l'abbraccio con tanto amore...
come ho visto tanto amore nella poesia che il suo papa' ha scritto per lei...
ciao

maria rosa

pierangela ha detto...

sono contenta per tua figlia che tutto sia finito nei migliori dei modi, un abbraccio alla tua adorata figlia

Gabry in blog Belella ha detto...

Mamma mia Adamus leggendo la storia di tua figlia mi è venuta la pelle d'oca... meno male che nella sfortuna siete stati fortunati e con un pò di calvario siete riusciti a raccontare il lieto fine di questa brutta esperienza ormai passata.

Un saluto Adamus e Auguri a tua figlia per il suo nuovo futuro.

Grazia e Imma Sotgiu ha detto...

che sofferenza deve essere stata ma per fortuna il dolore sboccia in queste bellissime parole perchè tutto è andato bene
un bacione grande a te e alla tua adorata Lisa buon compleanno
graziella

Paola ha detto...

Ciao Adamus,
leggendo la tua bellissima poesia ho avertito tutto il dolore che si può vivere in certi momenti .Noi abbiamo perso il 24 c. m. , in un incidente automobilistico , la figlia 18enne di nostri carissimi amici fraterni e lo strazio vissuto in quei giorni è stato immenso . Auguro alla tua carissima Lisa un futuro talmente meraviglioso da farle "quasi "dimenticare quanto avvenuto . A Voi genitori di condividerlo con lei a lungo e in salute .
Un carissimo saluto
Paola

Anonimo ha detto...

bellissimi versi..per esorcizzare ricodri dolorosi...
un bacio dolce doppio.anche alla tua figlia Maddy

Anonimo ha detto...

E'vero Adamus,ora é un ricordo
triste pensare quei terribili
momenti,di grande sofferenza,
Fortuna,di questi bravi medici.
E Lisa e'stata forte superare
tutto,grazie mamma e papa'
speciali,le siete stati accanto
giorno e notti con tanto amore
e tanta speranza,e ce la fatta.
Auguroni dolce Lisa.
zia Gianna.

Anonimo ha detto...

E'vero Adamus,ora é un ricordo
triste pensare quei terribili
momenti,di grande sofferenza,
Fortuna,di questi bravi medici.
E Lisa e'stata forte superare
tutto,grazie mamma e papa'
speciali,le siete stati accanto
giorno e notti con tanto amore
e tanta speranza,e ce la fatta.
Auguroni dolce Lisa.
zia Gianna.

solopoesie ha detto...

Adamus
Quando succede quello che è successo a tua figlia diciamo che è una miracolata visto quanto morti ci sono ogni sabato sera .
Penso a quanti genitori piangono i lori figli .....
L'importante e poterlo raccontare oggi
BUON FINE SETTIMANA ANCHE A TE
LINA

Paola ha detto...

Caro Adamus, la storia di tua figlia mi riporta a esperienze personali lontane, le paure tue e di tua moglie,somigliano a paure viste negli occhi dei miei genitori: quanto amore e dolore traspaiono dalla tua poesia!
grazie al cielo tutto si è risolto bene, e ne sono felice per voi.
Un abbraccio

Cinzia ha detto...

Vedere la propria figlia tra la Morte e la Vita, credo sia un dolore indescrivibile.
Sono anche io mamma, questo tuo post, ha tocato la mia sensibilità.
Non esiste gioia più grande, nel vedere la propria figlia sconfiggere la Morte.
Auguro a tua Figlia, ed a voi Straordinari Genitori una dolce Vita, che questo rimanga solo un lontano ricordo, da racontare.