domenica 26 gennaio 2014

Giorno della Memoria


Olocausto, l'orrore da non dimenticare 




La liberazione dei prigionieri di Auschwitz data simbolo della Shoah: Si celebra il Giorno della Memoria mentre nel mondo c'è ancora chi vuole considerare il genocidio degli ebrei un'invenzione.

L’Italia ricorda. Il 27 gennaio l’Olocausto degli ebrei, entra nelle scuole, nei musei, nelle piazze dove si svolgeranno comizi e manifestazioni. Un dovere, ricordare.

Ricordare perché non accada mai più. Questo il senso della «Giornata della memoria», un evento che si celebra contemporaneamente in gran parte del mondo occidentale per commemorare le vittime dei campi di concentramento nazisti. Il 27 gennaio è una data altamente simbolica: nel 1945, infatti, le avanguardie delle truppe sovietiche raggiunsero il campo di concentramento di Auschwitz (l'odierna Oswiecim, in Polonia). Per la prima volta, l'orrore della «Soluzione finale» escogitata da Hitler e dai suoi gerarchi per liberarsi, una volta per tutte, della «questione ebraica», apparve nella sua banale, allucinante realtà. Ad Auschwitz trovarono la morte, uccisi nelle camere a gas o dagli stenti, quattro milioni di uomini, donne, bambini. Quasi tutti ebrei. Ma furono sterminati anche zingari, omosessuali, testimoni di Geova, oppositori politici e altri «nemici» del Reich millenario. Nel complesso, le vittime della Shoah, o Olocausto, furono circa sei milioni.








OLOCAUSTO, LA VERGOGNA DELL'UMANITA' !

-----------------------------------------------------------------------------

10 commenti:

Tomaso ha detto...

Caro Gianni, dopo al mia bella festa in famiglia, eccomi qui per c^vedere sempre i tuoi interessanti post.
Oggi dobbiamo stare uniti e ricordare la grande tragedia del Razzismo!!! che nessuno dimentichi mai. Un abbraccio forte caro amico.
Tomaso

Krilù ha detto...

Queste immagini sono veramente agghiaccianti e dovrebbero scavare a fondo nel cuore della gente d'oggi per far sì che mai se ne dimentichi l'orrore.

Rosa ha detto...

ciao Adamus, come si fa a dimenticare queste immagini, questi orrori, che siano di monito perche' non accadano piu', un pensiero per tutti quanti hanno sofferto queste ingiustizie, ciao grazie buona settima a presto rosa.

Gianna Ferri ha detto...

Ciao Gianni...ricordo sempre queste orrende immagini...
che orrore!

cristiana2011-2 ha detto...

Per non dimenticare e per non abbassare la guardia.
Cristiana

zefirina ha detto...

giusto, mai dimenticare

Kylie ha detto...

Non sono degni di stare al mondo quelli che negano l'esistenza del genocidio.

adamus ha detto...

Grazie Amici, siamo tutti sulla stessa linea di pensiero... Speriamo che il ricordo sia una barriera protettiva contro il replicarsi di queste orrende deviazioni dell'animo umano.

Paola ha detto...

Non si può dimenticare, mai!
Ciao caro Adamus, grazie di essere passato da me, e scusa se non sono venuta prima....il computer l'ho un po' abbandonato e sono molto saltuaria. Grazie per gli auguri lasciati da te per Saverio e per Giovanni, grazie di cuore.
Un abbraccio grande e buon di tutto a te.e famiglia.

Luigi Rotunno - Imoplanet Holding - Porto Seguro, Bahia, Brasil (Porto Seguro e Região, Brasil) Imóveis. ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.