lunedì 14 maggio 2012

Vino prelibato



Ieri scolandomi con gioia una bottiglia di est est est
ho rispolverato un mio datato post dove appunto narro una  curiosa storia legata a questo fantastico vino bianco.
 La storia di questo vino è notissima , tra i personaggi illustri al seguito di Enrico V sceso in Italia nei primi anni del 12° secolo, vi era un prelato di Augusta, di cui la tradizione non ricorda con esattezza il nome: Giovanni Fugger, o Fuk, o Deuc. ( Non fuck , maliziosi ).  Comunque si chiamasse, il previdente prelato, grande amante  del buon vino, aveva mandato in avanscoperta il suo domestico Martino, con l'incarico di segnare con la parola Est (è qui) le osterie dove il vino era migliore. Malgrado le lunghe soste che il suo piacevole compito gli imponeva, il fido Martino riusci a percorrere quasi mezza Italia finchè, giunto a Montefiascone e gustato l'ottimo vino locale, fu trascinato dall'entusiasmo al punto di scrivere sulla porta Est! Est! Est! Intanto anche il suo padrone superato i dolci scogli contrassegnati da quel Est Invitante giunse a Montefiascone e li si fermò. Tento, è vero, di riprendere due giorni dopo il cammino per Roma, ma il desiderio di un'ultima bevuta lo fece tornare sui suoi passi. Infine nella lotta tra il dovere e il piacere, il vescovo tedesco, lascio fare al destino che aveva assunto le sembianze di biondi bicchieri di nettare e nel Paesino Laziale il goloso prelato si fermò più di quanto avesse in animo di fare. Bevi e bevi, il poveretto morì. Il fedele domestico lo fece seppellire nella Chiesa di San Flaviano martire e sulla lapide fece incidere queste parole, oggi quasi illeggibili:


EST EST EST
PROPTER NIMIUM EST HIC
DOMINUS MEUS MORTUS EST

Propter nimium ( per aver esagerato). Ma il prelato di Augusta, tutt'altro che dispiaciuto per quella piacevole morte, lasciò per testamento il suo denaro al municipio di Montefiascone perchè ogni anno fosse versato sulla sua tomba un barile di quel buon vino. La disposizione testamentaria , in accordo più con la mentalità pagana che con i dettami di Santa Madre Chiesa, scandalizzò infine il vescovo Barbarigo che nel secolo 18° impose improvvisamente la cessazione del bacchico tributo.
Ora vi lascio, ho un bel cerchio alla testa, e che? Sarò diventato un Angelo o è colpa del vino?



20 commenti:

Lorenzo ha detto...

Ah insieme al Tocai ( ahimè ora dobbiamo chiamarlo Friulano...sic)è uno dei bianchi che preferisco. Bevuto fresco, in estate, è un piacere inimitabile, specialmente la sera:))) Roba da addormentarsi poi sul posto.... hehehhehe
Ciao e buon inizio settimana.
PS:
Incantevole la tua nipotina, complimenti!

Lorenzo

Rosa ha detto...

ciao Adamus grazie per questa bella storia,interessante, per me sei diventato un angelo, mancano solo le ali, .))ciao grazie a presto rosa buona serata

achab ha detto...

Ciao Adamus,bellissimo post,buona serata amico.

Krilù ha detto...

C'è sempre qualcosa da imparare: conoscevo l'origine del nome attribuito a questo ottimo vino, ma non sapevo dell'annuale tributo bacchico alla tomba del godereccio prelato.
Per il cerchio alla testa, secondo me non è colpa del vino ma è l'aureola che ti sta un po' stretta.

Madame Bovary ha detto...

Che bella storia! Voglio assaggiare quel vino!!
Buona settimana!!!

Kylie ha detto...

Bellissima questa storia!

Un abbraccione da un'astemia doc

Paola ha detto...

Mi sembra di averlo letto infatti , in passato , ma è sempre piacevole rileggere storie che dilettano lo spirito. Un abbraccio e buona settimana...
P.S.grazie di essere venuto da me a consolarmi per il fruscio che pure tu hai... so che può portare anche una sordità; ma tu hai fatto l'esame dell'udito?

Francy274 ha detto...

Deve essere davvero buono se Te ne sei scolato una intera bottiglia :))
Chissà se Dante lo ha mai assaggiato... mi sarà che farò una ricerca in merito.
Cin-cin dunque... alla Tua :)

Ciaoooooooooo!

Joe Black ha detto...

Sul tuo blog ho scritto: EST EST EST all'infinito perché qui, oltre a condividere ottimi brani musicali, a brindar col buon vino, ho trovato un GRANDE AMICO e non lo mollo più!
TVB

P.S.:Da una carezza ad Alice per me!

adamus ha detto...

Lorenzo..Si, effettivamente anche il tocai non scherza, vivace e leggero, va giù che è un piacere. Grazie, Amico, cin cin.

adamus ha detto...

Rosa, grazie dell'angelo, a volte sono anche un diavoletto. A presto, buona notte.

adamus ha detto...

Achab..Grazie Amico, buona serata.

adamus ha detto...

Krilù.. O sempre amato queste storielle o leggende che siano legate alle tradizioni e prodotti della nostra terra.

Si, come angelo sono un po' negato, con i miei 86 kg. le ali non bastano per farmi volare.

Ciao, grazie e buona serata.

adamus ha detto...

Madame...Si, però occhio, c'è tanta robaccia taroccata in giro, vai in una buona e seria enoteca, diffida della grande distribuzione. Poi quando conosci il vero est est est , puoi cercarlo anche altrove ad un prezzo più ragionevole, ovviamente basandoti sul sapore che ormai conosci.
Ciao, cin cin.

adamus ha detto...

kylie..sei astemia? che Dio Ti benedica... Una concorrente in meno.
Ciao, grazie e buona serata.

adamus ha detto...

Paola.. eh..eh.. evviva il buon vino. Anche all'Elba i vini sono ottimi. Ricordo con piacere L'Elba bianco , l'aleatico il moscato lo Chabrier, quest'ultimo adattissimo con il caciucco.

Soffro di acufeni solo raramente. Il mio udito non è dei migliori, ma sento ancora abbastanza bene.

Ciao,salutami il Tuo maritino Saverio.

adamus ha detto...

Francy.. ci sono sempre mille buone ragioni per sedersi a tavola e sorseggiare un buon vinello.

Comunque Penso che Dante conosceva il vino, nelle zone attorno a Firenze si producevano ottimi vini già dai tempi degli Etruschi.

Cin cin. Ciaooooooo!

adamus ha detto...

Elisena...Troppo buona, un giorno o l'altro Ti mangio!
Contraccambio l'affetto e l'affettato con il vino.
Ciottibon bon bon.

Pupottina ha detto...

un ottimo vino!!!
piace molto anche a me...
non tutti i giorni ma in alcune occasioni mi piace accompagnare il cibo con il vino

adamus ha detto...

Pupottina..Pure io non bevo sempre vino, solo ogni tanto. Ciao, grazie e buona giornata.