mercoledì 16 dicembre 2009

Racconto orror



Questa è una storia vera, che ancora si racconta tra i vicoli storici di alcune città, seminando angoscia e terrore.
Pare che qualche anno fa, in una oscura e tenebrosa notte autunnale, un tale era fermo sul bordo della strada facendo l'autostop. Era il due novembre e si stava scatenando una terribile tormenta. Dopo molto tempo, ancora non si era fermato nessuno ed il tale si venne così a trovare in mezzo alla tormenta, talmente forte che non riusciva a vedere oltre i tre metri di distanza. Improvvisamente, vide avvicinarsi una sagoma, che alla fine realizzò essere quella di un'auto nera delle pompe funebri: si avvicinava lentamente e si fermò proprio di fronte.
Il tale non si fece pregare: salì nell'auto e chiuse la portiera. Dopo essersi accomodato sul sedile anteriore, si girò e notò con terrore che non c'era nessuno al posto di guida. L'auto ripartì lentamente. Il tale era sopraffatto dal terrore, che aumentò a dismisura quando notò che l'auto si stava inesorabilmente dirigendo verso una curva a gomito. Allora iniziò a pregare chiedendo perdono dei peccati e implorando la salvezza della sua anima, in vista del tragico destino.
Improvvisamente, poco prima dell'approssimarsi alla curva, una mano tenebrosa entrò dal finestrino del posto di guida, afferrò saldamente il volante e sterzò, poi scomparve. Paralizzato dal terrore, il tale si aggrappò con tutte le sue forze al suo sedile, rimanendo immobile e impotente.
Tale macabro evento si verificò ad ogni curva, mentre la tormenta andava aumentando di intensità. Il terrore divenne panico quando cominciò a udire distintamente dei sospiri ovattati che provenivano da dietro, si voltò ma vide solamente una bara. Allora, sopraffatto dalla paura, con le ultime forze rimastegli aprì di scatto la portiera e si gettò fuori, iniziando a correre a più non posso verso il paesino più vicino che distava non più di un paio di chilometri.
Ivi giunto, si diresse al più vicino bar, entrò e ancora affannato e tremante chiese un cognac. Visto il suo stato, alcuni dei presenti si incuriosirono e gli chiesero cosa fosse successo, e lui raccontò la orribile esperienza che aveva vissuto. Un silenzio di tomba scese nel locale, il terrore si impossessò dei pochi presenti. Dopo circa mezz'ora si presentarono nel locale due tizi bagnati fradici, e appena varcato l'uscio notarono il tale in piedi al centro del bancone.
Avvicinandosi, uno dei due si rivolse all'altro dicendo:
"Guarda, Giovà, guarda dove sta quello stronzo che è salito sull'auto mentre la stavamo spingendo!!!"

23 commenti:

stella ha detto...

Che pauraaaaaaaaaaaa!
Dimmi che è una barzelletta!

Nicole ha detto...

Ma ma ma...sei un enfante terrible!Mi gustavo l'Horror e invece c'era il finale a sorpresa:)))

alessandra ingrid ha detto...

AAAAAdddd, aaaaaaahhhhhh ah ah ah , ho riso a lacrime, soprattutto per quel "Giovà"...hi hiii,troppo forte !!!!

Grazie per quuesto attimo delizioso d'ilarità, mi piace ridere e cerco di farlo il più spesso possibile (così magari campo oltre i 100 anni! ;) )

un baciotto

achab ha detto...

Bella storia,fino alla fine aspetti,e poi zac.
Grazie Adamus per questa storiella.
Ciao Amico.

Sara ha detto...

Ciao adamus,bella mi hai fatto stare male fino alla fine,poi
il finale a sorpresa.ciao gianna..

Gabry ha detto...

Ho letto con attenzione , ma qualcosa dentro mi diceva che c'era qualcosa che alla fine mi avrebbe sorpreso, e non era certo la paura viosto che è un racconto dell'orror, sai non ho ancora dimenticato la bottiglia di Bonarda... ormai sei sguamato caro il mio mattacchione di Adamus... comunque va a te il plauso perchè riesci a farci sorridere anche con un racconto orror....ahahah!!!

Un abbraccio!

stella ha detto...

Vieni sul mio bog dei premi, ti aspetta l'albero dell'amore.

Mary ha detto...

Ciao Adamus :-)
il blog in cui lasci i commenti ' Le ali della fantasia ' è mio :-)
Cinzia ha l'accesso ma non ha mai postato :)
Mi piacciono tantissimo gli Enigma, e tutte le musichje celtiche , Enia , Evia , etc...
ciao a presto Mary

stella ha detto...

Bellissimo video Adam!

Cinzia ha detto...

Ciao Adamus, Mary è una mia carissima amica, ma il blog "Le ali della fantasia" è suo.
I miei sono Pistacchioenocciola e Sospirinelvento.
Io mi aspettavo un finale di quelli horror ed invece...sei stato fortissimo!
Buon w.e.
Cinzia

Saverio ha detto...

Caro Adamus, è da un po' che non passo da queste parti e stasera mi capita questo post che mi ha fatto ridere di vero cuore: ci vuole ogi tanto una bella risata. Grazie, un caro saluto e buona domenica a te e famiglia.

lore ha detto...

ehehhe...non ti smentisci mai....sei troppo forte....un kissssssssssssssss....

adamus ha detto...

Grazie a tutti.. bentornato Saverio è un vero piacere ritrovarti..buona domenica Amico.

DIANA B ha detto...

Oddiooooooooo come mi hai fatto ridere....figurati che io ero tutta tesa nel leggere questo "orror" e alla fine....ahahahahahahahahah. Mio marito che era in un'altra stanza e mi sentiva ridere fortissimo, si era quasi spaventato....e stava quasi per chiamare il 118...pensando che fossi data di testa.... Dai, sei troppo simpatico....non faccio che ridere ancora.....ahahahahaxaxaxaxaxuhuhuhuhu.
Ciao carissimo ancora tanti auguri di un sereno Natale. Oddiooooo mi manca il respiro dal ridere ahahahahah. Baciotti Bruna

Paola ha detto...

Sono venuta a leggere questo tuo post: Saverio me lo ha consigliato... ora capisco!! mi ci voleva proprio...la mia è stata una risata spontanea dopo tutta la suspense della prima parte. Grazie caro Adamus. Ogni tanto ridere fa bene.
Un abbraccio

Lina-solopoesie ha detto...

ciao...Mi sono divertita un sacco a leggere questa storiella .
Devo dire che da ragazza avevo la fissazione dei fantasmi e spiriti...leggevo storie su internet,film di paura e documentari che parlavano sull'esistenza di ciò...nonostante io sia molto sensibile a queste cose,cioè sono facilmente impressionabile crescendo non credo che esistano fantasmi e cose varie...

ma leggendo questo racconto mi è rivenuto il dubbio anche se comunque quello che è capitato a questo signore è piuttosto poco spiegabile ...credo che la questione sui fantasmi è un pò come quella degli alieni...anche se ci sono studiosi che indagano su queste cose non ci sarà mai una spiegazione razionale a ciò..

I testimoni oculari non sono prove sufficientemente tangibili ed affidabili per stabilire la loro esistenza: non si puo' sapere chi se l'é inventato, chi é convinto di averne visto uno mentre non ha visto niente e chi ne ha visto uno veramente (forse).

In queste condizioni, capisci che non é facile essere sicuri...Chi ci crede dice che sono anime di persone con conti in sospeso dopo la loro morte, che non sono morti come volevano, quindi morti con dolore...

altri invece dicono che sono illusioni e visioni di parenti che rivedono ombre o addirittura fantasmi con la stessa faccia di un parente morto, del quale non si riesce ad accettare la sua scomparsa...

Sono solo testimonianze, e non sono state rivenute prove sceintifiche fattibili.
Anche in questo divertentissimo racconto non vi sono prove che fosse un fantasma o che.........BO!!
Credo che non abbiamo bisogno di testimoni, ma di prove scentifiche!!!
Mettiamoci i in testa che non esistono e spariranno perchè vivono esclusivamente nella mente di chi li cerca. :-)))
CIAO E BUONA DOMENICA
LINA

Gabry ha detto...

Si allora i tuoi cani sono peggio delle mie pelose siberiane che ti posso assicurare che preferiscono divani e tappeti al freddo del giardino ma se cade un fiocco di meve impazziscono letteralmente... insomma loro la neve comunque ce l'hanno nel DNA.....

Un abbraccio Adamus e buona serata.

Paola ha detto...

Eccomi giunta per lasciare i miei migliori auguri di Buone Feste a te e famiglia... con l’occasione se ti aggrada... un dono natalizio ti aspetta... lo puoi ritirare nel mio scrigno...
Buona notte e buon inizio settimana... un abbraccio... ciao ciao Paola

la signora in rosso ha detto...

me la sono bevuta...finale simpaticissimo. Bella!

Pupottina ha detto...

probabilmente non riuscirò più a passare nei prossimi giorni, quindi, BUON NATALE

^______________^

Raffaele ha detto...

Buon Giorno Carissimo Adamus

Sotto quel focolaio domestico che tanto ci accomuna e contemporaneamente ci allontana da tanti altri cari fratelli che meno agiati e fortunati vivono questa esperienza di vita, in questo periodo particolare della natale nascita di tanti esseri superiori, con quella particolare luce astrale, quel sole di mezzanotte visibile ai grandi iniziati di ogni tempo ci saranno anche le nostre meravigliose guide spirituali, i nostri meravigliosi angeli custodi che guidano e accarezzano sempre il nostro cieco e sordo cuore.

Dal Profondo del Mio Cuore e dal Cuore del Mio Immenso Amore
un Sincero Sentito Augurale Caloroso Buon Natale e un Buon Anno Nuovo al Tuo Prezioso Saggio Cuore e al Cuore dei Tuoi Cari Immensi Amori Terreni e Celestiali.

adamus ha detto...

Grazie Raffaele..tantissimi auguri anche a Te e Famiglia!

Lilly ha detto...

Arrivo per la prima volta, dopo aver letto la tua storia molto divertente. Amo tantissimo il fantasy; le storie intricate ricche di mistero, ma anche le burle...Si, molto carina.
Notte Adamus
by Lilly