giovedì 3 settembre 2009

il tempo passa per tutti



Vi siete già sentiti in colpa per aver guardato le persone della vostra età ed aver pensato: "non posso sembrare così vecchio"? Allora il racconto di questa signora ci riguarda.


Ero seduta in sala d'attesa per il mio primo appuntamento con un nuovo dentista, quando ho notato che il suo diploma era affisso al muro. C'era scritto il suo cognome, e improvvisamente mi sono ricordata di un gran moro che portava quello stesso cognome. Era nella mia classe di liceo 30 anni prima, e mi sono chiesta se poteva essere lo stesso ragazzo per il quale avevo "sbavato" all'epoca.
Quando sono entrata nello studio, ho immediatamente allontanato questo pensiero. Quest'uomo brizzolato,stempiato e con il viso segnato da profonde rughe era troppo vecchio per essere stato il mio amore segreto. Dopo avermi visitato, gli ho chiesto se era stato al liceo de Mons. 'Si', mi ha risposto. 'Quando si è diplomato?', gli ho chiesto. 'Nel 1988. Perché questa domanda?', rispose. 'Allora Lei era nella mia classe', ho esclamato! E allora questo orribile, vecchio, piccolo, stronzo figlio di puttana mi ha chiesto: 'Lei era professoressa di cosa???

20 commenti:

pasticcino ha detto...

ahhahahahahh Fratellone,
sicuramente lui si vedeva molto meglio di come lo vedeva la signora!
"la bellezza sta negli occhi di chi guarda" e non sono certo le rughe, i capelli brizzolati ecc... che possono togliere fascino ad una persona!!

bacio bacioooooooooo ;-))

stella ha detto...

Caro Adamus, quando vedo una mia coetanea mi chiedo : allora sono così? Non accetto ancora bene l'età anagrafica!
Sarà che sto bene, grazie a Dio...

alessandra ingrid ha detto...

..hai toccato il tasto dolente..e non dirò altro (sto attraversando la crisi della quarantina..brutte cose ;-) )..

sob!

un baciottello

adamus ha detto...

Alessandra..crisi della quarantina?
beata Te! hahahah!

stella ha detto...

Ti prendo il post di brutto, visto che mi hai sempre detto di farlo.

Gabry in blog Belella ha detto...

ahahahah!!!!
non è l'età anagrafica che conta ma come ci si sente e ci si vede
Un saluto Adamus.

la signora in rosso ha detto...

diciamo che che la frase:" ma no...non dirmi dimostri 10 anni di meno!" è quella più quotata, al secondo posto metterei "Ma sei dimagrita? Che bene che stai!", ma non indagherei se sono frasi sincere o no.....

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

bellissima, è proprio vero che succedono queste cose, capita anche a me quando incontro un mio coetaneo dire "sono così anch'io?" ma va bene comunque basta non pensarci troppo!!
un salutone
imma

drummer ha detto...

Ehehhehhhe bellissima!!!

Conosco una persona sola che col tempo migliora, forse perchè da bambina travasando il vino ne ingurgitava una buona quantità ...ed è risaputo che col tempo il vino...

Buona domenica Adam

Mena ha detto...

HAHAHAHAHAHAHAAHAHHAHAHAHA
E' sempre un piacere passare da te e oggi, mio primo giorno a casa, ci voleva proprio una risata con l'umore a terra sigh per il rientro dalle Ferie

Paola ha detto...

Grazie per la sana risata!!! purtroppo parli di un problema che tocca a tutti, se non ce ne andiamo prima del tempo!!!
Se ti va, c'è per te un premio nel mio blog dei premi.
bacioni

Chica ha detto...

Molto buona,rsrsrsrs... um abraccio dal Brasile,chica

Nicole ha detto...

ahahahah, grande lezione...

Nessuno è al sicuro, nessuno:)

patri ha detto...

Lo confesso, sono vanitosa...e qualche volta....abbasso l'età...siamo donne!

adamus ha detto...

Ciao Patri..felice di ritrovarti!

Graziella e Imma Sotgiu ha detto...

quando avevo 23 anni mia figlia andava in prima elementare ed io un po mi vergognavo di essere così giovane tanto che dicevo di avere 26 anni, ora non li nascondo ma che fatica guardarsi allo specchio, sento la mia mente giovane e non corrisponde all'immagine che vedo !!!!!
dite sempre quanti anni avete eviterete spiacevoli sorprese
ciao
Graziella

Sara ha detto...

Caro adamus a me l'eta', non me
la chiede piu' nessuno..
Buona serata Gianna.

Raffaele ha detto...

Quella Giusta Crisi di Trasformazione sostanziale come ogni processo di crescita è dovuta anche all'anima che vuole risvegliare la sua luce interiore per manifestarla fuori. Spesso questo processo interiore non viene né percepito, né capito da fuori e crea tanta sfocalizzata nostalgia per qualcosa che ci sembra lontana da noi, mentre tutto il grande mistero è dentro di noi.

E’ con il cuore che bisogna osservare e non con la sola razionale mente speculatrice che per tante indotte apparenze ci conduce a vedere solo gli effetti e non le cause animico/spirituali che agiscono in ogni cosa del creato.

Ciao Carissimo Adamus, scopro proprio ora quanto sia grande il tuo saggio provato cuore. E, scusandomi se mi sono permesso di scriverti via e-mail è proprio del cuore che ti voglio parlare.

anna ha detto...

Tanto tempo fa, in classe al liceo, mi sono posizionata in cattedra ed è enterta all'improvviso la bidella, richiamata dagli schiamazzi, ma mi ha chiesto scusa, scambiandomi per la professoressa. Ai tempi avevo 17 anni e sembravo l'insegnante dei miei coetanei compagni di classe! Adesso, FINALMENTE, comincio a dimostrare la mia età e cioè 50 anni! Magari a 90 (ad arrivarci ma visti i miei problemini di salute...ne dubito) finalmente ne dimostrerò qualcuno di meno! Solo per provare la soddisfazione! O no?

Grande storia Adamus!
Veramete grande!

Nelly ha detto...

lol ! Adamus... Si' il tempo passa e certi invecchiano male...

Una buona serata a te. A presto,
Nelly