mercoledì 30 luglio 2008

PABLO NERUDA
Il vento è un cavallo: senti come corre per il mare, per il cielo.Vuol portarmí via: senti come percorre il mondo per portarmi lontano.Nascondimi, tra le tue braccia per questa notte sola,mentre la pioggia rompe contro il mare e la terra la sua bocca innumerevole. Senti come il vento mi chiama galoppando per portarmi lontano.Con la tua fronte sulla mia fronte,con la tua bocca sulla mia bocca,legati i nostri corpi all'amore che ci brucia,lascia che il vento passi senza che possa portarmi via.Lascia che il vento corra coronato di spuma,che mi chiami e mi cerchi galoppando nell'ombra,mentre, sommerso sotto i tuoi grandi occhi,per questa notte sola riposero, amor mio. Pablo Neruda

3 commenti:

Paola ha detto...

Ciao Adamus, grazie della tua visita: in questi giorni sono un po' assente.
Ho visto che anche tu stai collezionando premi... complimenti; anch'io devo postarne un altro. Certo che poi è sempre più difficile premiare altri e poi non tutti lo gradiscono.. c'è chi ci vede una sorta di catena di S. Antonio..ma in fondo, postarne uno più o uno in meno non è una gran fatica! a volte può mancare il tempo..bene, buona giornata per domani dato che è tardi.

pierangela ha detto...

buon giorno Adamus, bellissima poesia di Neruda. Nonostante che la vita mi abbia indurita, sono sempre un inguaribile romantica ciao Pierangela

solopoesie ha detto...

ADAM!!!!
Mi dispiace di darti tanto fastidio..

VAI NEL POSTO
LINA E LA SUA BAMIBINA.
Buon pomeriggio ..LINA