mercoledì 31 ottobre 2012

Ombre lontane





Il ritorno del Leone

Ricordo quando il Tuo corpo era ferito
 e dialogavi soltanto con un dito

La Tua criniera avvolta era nel bianco
il Tuo respiro profondo e molto stanco

Tu che inseguivi sogni e mete con determinazione
Ti ritrovavi in un  abisso senza una ragione

Poi i giorni bui sono passati
il grande incubo ci ha abbandonati

La Tua criniera al sole è ritornata
tra lacrime di gioia sei rinata

Stampelle  nel vento del passato
a  cancellare un ricordo  funestato

Guardandoti negli occhi voglio dire  
… il Leone è ritornato a ruggire

 a Lisa , adamus 31/10/2012

24 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Non so chi sia Lisa, ma deve essere una gran donna per meritare questi bei versi.
Un abbraccio
Cristiana

adamus ha detto...

Cristiana...Lisa è mia figlia, fu coinvolta in una strage del sabato sera dove morino 3 suoi coetanei. Lei per fortuna si salvò per miracolo, ma la ripresa fu lunga e dolorosa.
Ciao, grazie e buona serata.

stella dell 'est ha detto...

Mamma mia cosa ci racconti,che brutto ricordo.Buona serata da Olga

Elisena ha detto...

E' bella Lisa. E' bello guardarsi negli occhi!
E grande è il tuo amore di padre!
Tvb Gianni!
Ed ora seminiamo i baci per Lisa, Gaia e Lidia!

Paola ha detto...

È meraviglioso che tu abbia potuto dedicare questi versi a tua figlia; il primo pensiero è per lei che ancora è con voi, scampata da una sciagura... Tutto il resto , il ricordo di sofferenze e pene, è niente... Solo un brutto ricordo. Un abbraccio caro amico, a te e famiglia.

Achab ha detto...

Questa tua poesia mi ha molto toccato,un saluto anche a Lisa,ciao grande amico.

Gianna ha detto...

Ieri non mi è stato pibblicato il mio commento, provo ora.

Caro Gianni, non sapevo dei terribili momenti che avete passato.

Sono contenta che il sereno sia arrivato finalmente nella vostra casa.

Un abbraccio speciale a Lisa.

Belli i versi a lei dedicati.

cristiana2011 ha detto...

Adamus, mi hai fatto venire i brividi. Sono sempre in ansia quando i miei sono in auto.
Buona giornata a te e a tutta la famiglia.
Cristiana

Gabry ha detto...

Versi che esprimono tutta l'ansia e la sofferenza vissuta per il tragico evento ma anche la gioia che la speranza nutrita abbia dato i suoi frutti.

Versi stupendi che solo dal cuore di un padre potevano scaturire.

Un abbraccio!

Sandra M. ha detto...

Passato attraverso l'orrore e uscito alla luce...mamma mia che brividi. Un abbraccio .

Kylie ha detto...

Bellissime parole davvero.

Un abbraccio forte

adamus ha detto...

Olga.. cose che succedono purtroppo e Ti segnano la vita.
Grazie Ciao, a presto.

adamus ha detto...

Elisena...Era proprio ciò che volevo ottenere con questo post... Tanti baci! Ciao, grazie, un abbraccio.

adamus ha detto...

Paola ..La vita ci riserva sempre molte prove da superare. L'importante avere la forza di superarle e guardare avanti.
Ciao, grazie, salutami Saverio.

adamus ha detto...

Achab...Ti ringrazio molto Achab e Ti auguro buona domenica.

adamus ha detto...

Stella... Qualche volta avevo già parlato velatamente di questo fatto. Mi ripropongo di raccontare tutto l'accaduto in seguito.
Un abbraccio, a presto.

adamus ha detto...

Cristiana... Qundi i ragazzi sono fuori il sabato sera per i Genitori è sempre un inferno.
Ciao, grazie e buona domenica.

adamus ha detto...

Gabry... E' storia di 12 anni fa, ma a me sembra sempre ieri.
Grazie, un abbraccione.

adamus ha detto...

Sandra... Grazie carissima , a presto.

adamus ha detto...

Kylie... grazie, un abraccio.

Krilù ha detto...

Che emozionanti versi Adamus! pieni di forza, d'amore e di coraggio.
Un abbraccio a te e Lisa.

adamus ha detto...

Krylù...Grazie cara, un abbraccione.

nina ha detto...

Caro Adamus
versi forti e delicati a un tempo, il pensiero e il cuore di un padre il cui amore aiuta a vivere e a rivivere!
Un caro abbraccio
Nina

adamus ha detto...

Nina..Grazie carissima,un abbraccio.