mercoledì 13 gennaio 2010

l'importanza della mail


Un disoccupato sta cercando lavoro come uomo delle pulizie alla Microsoft.
L'addetto del dipartimento del personale gli fa fare un test per spazzare il pavimento, poi lo intervista e alla fine gli dice:
"Sei assunto, dammi il tuo indirizzo e-mail, così ti mando un modulo da riempire insieme al luogo e la data in cui ti dovrai presentare per iniziare."
L'uomo, sbigottito, risponde che non ha il computer, ne' tanto meno la posta elettronica.
Il tipo gli risponde che se non ha un indirizzo e-mail significa che virtualmente non esiste e quindi non gli possono dare il lavoro.
L'uomo esce, disperato, senza sapere cosa fare e con solo 10 $ in tasca.
Decide allora di andare al supermercato e comprare una cassa di 10 chili di pomodori.
Vendendo porta a porta i pomodori in meno di due ore riesce a raddoppiare il capitale, e ripetendo l'operazione altre 3 volte si ritrova con 160$. A quel punto realizza che può sopravvivere in quella maniera, parte ogni mattina più presto di casa e rientra sempre più tardi la sera, e ogni giorno raddoppia o triplica il capitale.
In poco tempo si compra un carretto, poi un camion e in un batter d'occhio si ritrova con una piccola flotta di veicoli per le consegne. Nel giro di 5 anni il tipo e' il proprietario di una delle più grandi catene di negozi di alimentari degli Stati Uniti.
Allora pensa al futuro e decide di stipulare una polizza sulla vita per lui e la sua famiglia. Contatta un assicuratore, sceglie un piano previdenziale e quando alla fine della discussione l'assicuratore gli chiede l'indirizzo e-mail per mandargli la proposta, lui risponde che non ha il computer ne' l'e-mail. "Curioso - osserva l'assicuratore - avete costruito un impero e non avete una e-mail, immaginate cosa sareste se aveste avuto un computer!!!!".

L'uomo riflette e risponde: "Sarei l'uomo delle pulizie della Microsoft".

10 commenti:

Gabry ha detto...

Fa pensare veramente molto e non poco questo tuo post Adamus... perchè dimostra ampiamente che con il cervello al posto giusto, ed una mente lucida e attenta si possono raggiungere molti obbiettivi.

Un saluto e buona giornata!

Paola ha detto...

C'è da riflettere, e come!in che razza di mondo siamo? cosa siamo diventati? buona giornata caro Adamus: come va con la tua sinusite? spero meglio. Bacioni

Lilly ha detto...

Mi hai ricordato uno strano signore (single) che viveva in un paese dove ho abitato. Non aveva televisione, né radio, solo libri. era sempre solo. Passeggiava ogni giorno alla stessa ora, ed era un taciturno. E' una filosofia di vita. Nel tuo caso, povertà. Ma lui era nato con una buona stella e un buon intelleto. La povertà non va di pari passo con l'intelligenza. Anzi...Spesso tra le persone meno abbienti si nascondono dei geni (vedasi mio amico che é diventato Magistrato).
by Lilly

alessandra ingrid ha detto...

Eh eh .. non credo al destino, è un concetto che preferisco evitare,ma in questo caso potrebbe starci..
Sai che mi hai contagiata un pochino con la pigrizia e la svogliatezza , credo che farò un piccolo break,leggerò silenziosa.

un bacione Adamitico Giò ^_^

sara ha detto...

Ciao adamus,interessante questo post,fa
riflettere un po!Gianna.

stella ha detto...

Mooolto interessante.
Qui è andata a finire più che bene, altre volte invece, senza e-mail finisce male...

Paola ha detto...

Hehehehehe... verissimo!!!
Pensa te come viviamo condizionati... :-)))
Ciao Adamus grazie della visita... ehiiiii.... ma dai... esagerato!!!! hehehehehe
Povero ti caspisco ne soffro anch'io è terribile!!!
Ma con la cura adeguata si scioglie e passa!!!
Cmq ho una ideuzza che forse il bromuro non basta.... hahahahahaha
Come la mettiamo???
Beh... vedremo la tua reazione...
Ti lascio una splendida giornata con un abbraccio caldo caldo... e curati!!!

Cinzia ha detto...

Bel post e c'è parecchio da riflettere...
Buona giornata.
Cinzia

Nicole ha detto...

Ricco di insegnamenti questo tuo post, uno per tutti:Chi fa da se, fa per tre!

Poeslandia ha detto...

Piaciuttissima... bel'post!